Acqua pura. Nessun pericolo per i bagni e per bere

Le analisi lo confermano: non è veicolo di trasmissione del Sars-CoV-2

di Melissa Mercuri

A rassicurare chi ama trascorrere l’estate al mare hanno contribuito anche i ricercatori dell’Ifremer, l’Istituto francese di ricerca per l’utilizzazione del mare, che non hanno individuato il SARS-CoV-2 nei campioni di acqua di mare e nei molluschi analizzati.

Il team di ricerca di Nantes ha selezionato dei siti per il prelievo in base all’esposizione alle fonti di contaminazione delle acque di scarico dei centri abitati sulla costa della Normandia, della Bretagna, della costa atlantica e di quella mediterranea.

Nei campioni di cozze e ostriche, così come nei campioni di acqua di mare prelevati dalla rete di laboratori per la ricerca in microbiologia ambientale integrata, sono stati trovati altri virus provenienti da acque di scarico ma nessuno presentava tracce di SARS-CoV-2.

Acque calme

L’estate è ricca di “disinfettanti” naturali, dall’azione antisettica dei raggi ultravioletti del sole alla salsedine che rinnova l’aria, mentre il cloro e il sale uccidono i virus.

Dunque, per andare in tutta sicurezza al mare basterà seguire le misure di distanziamento sociale per gli stabilimenti balneari e anche per le piscine pubbliche abbiamo la conferma di nuotare in acque sicure.

L’estate al mare è ricca di ‘disinfettanti’ naturali contro i patogeni, incluso SARS-CoV-2, come i raggi ultravioletti e il sale (©Laboratorio Design of Science – Dos, Unife)

Nonostante sia ormai nota la presenza di molti virus enterici nell’acqua, va ricordato che i virus delle malattie respiratorie responsabili di epidemie e pandemie come l’influenza spagnola, le influenze aviaria, la SARS, la MERS e la COVID-19 resistono molto poco al suo interno. Laghi, fiumi, mari e piscine non sono dunque un habitat favorevole per il coronavirus

Un trampolino per la ripartenza

Sì quindi ai tuffi in piscina ma con alcune disposizioni per i gestori. Il DM 17/05/2020 richiede per le vasche finalizzate al gioco acquatico e a uso collettivo un’analisi completa delle acque.

In particolare, oltre alle adeguate misure di prevenzione da indicare agli ospiti, il responsabile dell’impianto avrà l’obbligo di confermare l’idoneità dell’acqua di balneazione a seguito dell’effettuazione di analisi di tipo chimico e microbiologico. Queste dovranno essere ripetute ogni mese durante tutto il periodo di apertura della piscina.

Anche gli sportivi possono tornare ad allenarsi senza timori perché Federnuoto ha stilato un documento dedicato alle misure da adottare negli impianti sportivi dotati di piscina. È previsto un sistema di autocontrollo igienico sanitario più restrittivo, nonostante si specifichi che tali ambienti sono da considerare salubri. Va ricordato infatti che non si registrano casi di epidemie di alcun tipo originate o amplificate da impianti natatori gestiti opportunamente.

La sicurezza dei trattamenti idrici

Le uniche goccioline di cui aver paura restano solamente i droplet perché, anche sul fronte domestico, l’acqua non desta preoccupazioni.

ll virus non è stato mai rilevato nelle forniture di acqua potabile e, sulla base delle prove attuali, il rischio per l’approvvigionamento idrico è basso. Secondo quanto riporta il documento Water, sanitation, hygiene, and waste management for the COVID-19 virus: interim guidance dell’Organizzazione mondiale della sanità, i metodi convenzionali e centralizzati di trattamento dell’acqua, quali filtraggio e disinfezione, dovrebbero inattivare il Sars-Cov-2 senza problemi.

Gli studi effettuati su altri coronavirus hanno dimostrato come questi siano sensibili al cloro e alla luce ultravioletta. Inoltre, poiché il virus in questione è protetto da una membrana debole, risulta essere più vulnerabile ai sistemi di disinfezione. A smontare ogni preoccupazione, ci pensano anche i risultati forniti dalle prove di trattamento domestico, tra cui l’ebollizione o l’utilizzo di filtri ad alte prestazioni per i rubinetti, che eliminano il virus efficacemente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *