Mi manca tutto ma valorizzo tutto

Bloccata a Ferrara dalla Sicilia

di Redazione

Marinella Vanini, “Biotecnologie”, scrive da Ferrara.

Ciao a tutti! Oggi voglio raccontarmi, almeno in parte… Sono una studentessa di Biotecnologie, al secondo anno e vengo dalla Sicilia.

Ad oggi sono più di tre mesi che non vedo la mia famiglia dato che i voli sono stati tutti cancellati e non c’è modo di raggiungerli e neanch’io lo vorrei, per il loro bene.

Ma, nonostante ciò, non smetto di essere ottimista. Le giornate, comunque, passano, è tutta una questione di abitudine. La mattina seguo le lezioni e studio per gli esami che, a fine mese, dovrò recuperare e tra una pausa e l’altra chiamo o videochiamo qualcuno a me caro.

Una cosa, però, ve la assicuro: pur essendo da sola a casa, senza coinquiline, rifletto più del solito e do maggiore importanza ad ogni singola cosa. Mi manca tantissimo mio fratello e giocare con lui. Mi mancano i miei amici, i miei parenti. Mi manca il mare e il profumo di salsedine. Mi manca tutto, ma valorizzo tutto. Mi dedico alle mie cose, come la lettura e la scrittura. Ora il tempo basta, anche se passa comunque in fretta. Mi dedico ad aiutare gli altri, perché soprattutto adesso dobbiamo restare uniti e sostenerci a vicenda. Ora più di prima dovremmo apprezzare la nostra vita. La vita non la dovremmo dare mai per scontata. È un dono raro, inatteso, che va custodito. Ed io la custodisco, donando vita anche agli altri, attraverso un atto di gentilezza, di bontà o un semplice sorriso. Ed è così che andrà tutto bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *