Siamo come legami a idrogeno

Deboli singolarmente, insieme siamo la forza

di Redazione

Denise Ingrosso, “Biotecnologie della Salute”, scrive da Lecce, nel Salento.

Tutti i mesi dell’anno la nostra amata città pullula di persone, turisti che ammaliati trascorrono il loro tempo tra la parte storica della città e lunghe giornate nel nostro limpido mare. I cittadini amano la loro terra, la vivono con passione.

Per la prima volta, durante le vacanze pasquali, non potrò godere del suono delle onde del mare. Questa assenza di vitalità in giro per le strade da parte di tutti noi è l’ennesima dimostrazione di amore per la nostra terra: noi restiamo a casa.

Chissà tra quanto passeggeremo sul bagnasciuga, chissà tra quanto balleremo di nuovo sulle nostre spiagge. Una cosa è certa: quel poco che si può fare restando a casa è come i legami ad Idrogeno. Se presi singolarmente sono molto deboli ma presi in grande quantità fanno la differenza.

Noi siamo quei legami ad Idrogeno e vogliamo fare la differenza. Cosa sto facendo durante questa quarantena? Studio, leggo, faccio attività fisica, guardo film e serie tv, mi metto alla prova in cucina, videochiamate con i miei amici e do una mano ai miei per tenere ordine a casa.

La cosa più speciale è che sto conoscendo meglio le mie sorelle che, ormai, non sono poi così piccole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *